Brescia è una città che non t’aspetti. Per chi non la conosce la ci si immagina come la classica città lombarda avvolta da atmosfera uggiosa e rallentata, dove tutta la spinta vitale è concentrata nelle attività produttive Beh non è cosi. Brescia vanta un Patrimonio Unesco, il Monastero di Santa Giulia – Longobardi in Italia: i luoghi del potere –  ed è immersa in uno splendido scenario naturale caratterizzata da un paesaggio variegato e da un clima mediterraneo che permette ai limoni ed alle bouganville di fiorire. Una meta turistica troppo spesso sottovalutata e che merita di essere scoperta in tutti i suoi aspetti, in grado di trasformare un tranquillo week end in qualcosa di imprevedibile.
I suoi dintorni vantano tre splendidi laghi, i bacini di Iseo, Idro e Garda, e tre valli, Val Trompia, Val Sabbia e Val Camonica , che sono luoghi di grandi bellezze naturalistiche con testimonianze storiche uniche nel loro genere.

Brescia: 10 euro per restare a bocca aperta e visitare un sito Unesco

Brescia è una città a misura d’uomo, viva ed animata in tutte le stagioni, con un centro storico piccolo e raccolto che vale la pena di esplorare in bicicletta, pieno di stradine acciottolate e scorci bellissimi, dove tutti i principali capolavori artistici sono concencentrati  a poca distanza gli uni dagli altri.
La storia di Brescia è antica. Fondata probabilmente dai Galli, divenne città romana nel 49 a.C. con il nome di Brixia.
Piazza della Loggia, Piazza della Vittoria e Piazza Duomo sono i veri e propri salotti della città sulle quali si affacciano magnifici edifici storici quali il Broletto, il Duomo Vecchio, il Duomo Nuovo, Palazzo della Loggia e la Torre dell’orologio.
Il Duomo Vecchio rappresenta uno dei più importanti esempi di rotonde romaniche in Italia, visitarlo è emozionante; è tenuto in maniera impeccabile e la luce del sole che filtra dalle finestre rende l’atmosfera ancora più magica.
Il Capitolium è una delle zone più affascinanti e bella della città. Conosciuto anche con il nome di Tempio Capitolino si trova in Piazza del Foro, ed insieme al Teatro romano e ad altri resti che è possibile scorgere in città, rappresentano la più grande testimonianza romana Nord Italia.
Se la vista di queste antiche vestigia non vi ha regalato particolari emozioni, prendetevi del tempo e godetevi il Museo di Santa Giulia. E’ l’unica cosa che sarebbe veramente peccato tralasciare. Solo 10 euro il costo del biglietto, in compagnia di nutrite frotte di turisti stranieri che a volte sembrano apprezzare più degli italiani. Resterete a bocca aperta non solo per i tesori che ospita, ma anche per l’allestimento e l’ubicazione, un luogo di memorie storiche stratificate nel corso dei secoli.
Edificato su un’area già occupata in età romana da importanti Domus, comprende la basilica longobarda di San Salvatore e la sua cripta, Santa Maria in Solario, il Coro delle Monache, la cinquecentesca chiesa di Santa Giulia e i chiostri.
Se  volete ammirare Brescia dall’alto e scoprirne un altro pezzo di storia salite sulla sommità del colle Cidneo per raggiungere il Castello: è uno dei più affascinanti complessi fortificati d’Italia ed anche il polmone verde della città con una splendida vista del capoluogo dall’alto.

Brescia: buon cibo, Franciacorta e tranquillità

A Brescia e nei dintorni si mangia talmente bene che se aveste insani dubbi su dove fermarvi per apprezzare i piatti tipici bresciani vi consiglio di visitare http://www.bresciaatavola.it/., un sito veramente ben fatto, suddiviso per fasce di prezzo, tipologia del locale e zona. A me ha salvato. Io ho mangiato da “Porteri” e  lo consiglio veramente a tutti.
Il piatto tipico per eccellenza a Brescia sono i casonsèi: grossi ravioli, preparati a mano e ripieni con ricotta, uova, formaggio stagionato e carne e conditi con burro fuso e salvia, ma anche la minestra maritonga, il manzo all’olio e tanti piatti a base di pesce di lago. E per accompagnare il tutto una vasta scelta di vini proveniente dalla rinomata Franciacorta. Che oltre da bere è un territorio da scoprire per sua rilassante bellezza. Immerso in dolci colline ordinatamente coltivate a vitigni, antichi borghi e castelli, alberghi di charme ed accoglienti agriturismo, raffinati ristoranti e rustiche trattorie è un territorio dove l’ospitalità è un’arte. Tutto da scoprire, assaporare e ricordare con nostalgia.

Fonti:http://zoom.giornaledibrescia.it/foto/brescia-al-tramonto/1/3

Pin It