Folgarida, in Val Di Sole, in Trentino, facilmente raggiungibile in auto o treno, offre numerose opportunità di sport all’aria aperta ed escursioni, sia in inverno che in estate.
Immersa nel monumentale e suggestivo Parco Naturale Adamello Brenta, per chi non pratica sci, snowboard, canyoninig, mountain bike, arrampicata sportiva, ferrate, i percorsi per lunghe e rigeneranti passeggiate ed escursioni sono molteplici, e numerosi sono i luoghi di interesse culturale e storico della zona.
La neve rende tutto suggestivo, ma è d’estate che la natura esplode con i suoi profumi e i suoi colori e quando i sentieri si popolano di escursionisti. Da Folgarida, utilizzando i comodi impianti di risalita, in soli 5 minuti si sale sul Monte Spolverìno, con panorami mozzafiato.
Da qui si diramano per escursionisti più o meno esperti, comodi sentieri, immersi in boschi incontaminati di larici ed abeti ed attraversati da piccoli ruscelli. Si può raggiungere in un’ ora a piedi, il Rifugio Orso Bruno su Monte Vigo, oppure con il sole, salire ancor più su’, verso i laghi delle Malghette, incantevole località, dove all’ arrivo un ottimo bar/rifugio darà ristoro anche ai turisti più stanchi e provati, oppure ancora, piegare verso Marilleva e arrivare al Rifugio Solander a quota 2000 mt.
I percorsi, tutti in totale sicurezza e ben segnalati, garantiscono una visione quasi sempre totale della valle o del Brenta ed hanno scorci di ineguagliabile bellezza.
L’Ente Parco garantisce una serie di escursioni in zona, sia in estate che in inverno. Dai percorsi botanici alla scoperta della flora alpina e del suo impiego in farmacia ed erboristeria, a quelli naturalistici sulle tracce dell’ orso bruno, simbolo del parco, passando per la Via dell Imperatore, nella selvaggia Val Meledrio, antica strada lastricata di età asburgica della favola mai tramontata della Principessa Sissi.
Oppure, ancora, dalle rive del Lago di Tovel, con il mistero del suo colore rosso alle più belle Malghe della zona, per vedere i mastri casari al lavoro e poi degustare i loro prodotti fino ad arrivare ai percorsi restaurati della Grande Guerra, con le case matte, gli angusti ricoveri per i soldati e le fortezze austrungariche.
Folgarida con un calendario sempre fitto di eventi e possibilità, in ogni stagione e condizione meteo, soddisfa anche l’escursionista più esigente. Per chi vuole immergersi nella storia, arte e cultura della Val di Sole numerosi sono anche i Musei, come quello della Segheria Veneziana di Dimaro o l’antico Dos di Santa Brigida, un antico ospizio del XIV secolo ed i resti di una chiesetta, dove i viandanti trovavano rifugio, oppure il Museo della Civiltà Solandra a Malè.
Una visita merita il Castello di Caldes, nell’omonima località, recentemente restaurato e databile tra il XIII ed il XV secolo con successivi ampliamenti, mentre invece è visitabile per soli due livelli il Castello di Ossana con la Chiesa di San Vigilio e l’ex Cimitero di Guerra austro-ungarico con il Monumento al Kaiserschutze.
Folgarida si conferma località turistica di prim’ ordine e meta ottimale per escursioni a 360 gradi. E chiedete di Mario e Walter Taller se ci andrete. Sono le migliori guide della valle. Li conoscono tutti e con loro sicurezza, divertimento ed avventura saranno garantite.

Pin It