L’emozione dei misteri del cosmo vi attrae? Allora gli osservatori astronomici sono quello che fa per voi. Nelle nitide notti d’estate, sulle spiagge o in cima ai monti, non c’è cosa più bella che puntare il naso all’insù e scrutare la volta celeste alla ricerca di pianeti o costellazioni. Ma ancor più bello è farlo in uno dei tanti osservatori astronomici o planetari sparsi lungo la penisola, che aprono i propri battenti a curiosi o appassionati durante le lunghe serate estive.

Gli osservatori astronomici: la passione per le stelle

Se siete tra quelli che da bambini si sono appassionati all’universo e i suoi segreti grazie ai wall stikers o all’ “Atlante Illustrato dell’Universo“, e che ora osservano le stelle dal terrazzo di casa con telescopi o binocoli, saprete sicuramente che il primo a puntare un canocchiale verso il cielo fu – molti secoli or sono – un italiano, Galileo Galilei, ritenuto il padre dell’astronomia moderna e che  Margherita Hack è stata una dei più famosi astronomi al mondo, contribuendo con i suoi studi allo sviluppo di questa scienza.
In Italia, gli osservatori astronomici si trovano, infatti, su tutto il territorio nazionale e quasi sempre lontano dalle città, per limitare l’inquinamento luminoso che assieme alle condizioni meteo è un aspetto che può compromettere l’osservazione della volta celeste. In Italia, oggi, si contano, molte finestre aperte sul cielo, e se voleste provare l’emozione di poggiare l’occhio su un potente telescopio per guardare le stelle, ecco di seguito una serie di indirizzi da contattare per conoscere gli appuntamenti della stagione.

Gli Osservatori Astronomici in Italia

Piemonte: Osservatorio Astronomico di Torino, http://www.oato.inaf.it/, con visite diurne che permettono ai visitatori di osservare al telescopio sia la fotosfera e la cromosfera solare. Molto interessanti le visite notturne con il telescopio Morais che con i suoi 42 cm di diametro, è il rifrattore più grande in Italia. Le osservazioni vengono fatte sempre nel primo quarto di Luna, che consente una visione limpida del nostro satellite, ma anche di Marte, Giove e Saturno.

Emilia Romagna: Osservatorio Astronomico di Bologna, http://www.oabo.inaf.it/  distaccato nella stazione della vicina Loiano: è dotato di due telescopi ospitati in due distinte strutture: lo storico Zeiss degli anni ’30 (60 cm di diametro) e il più recente G. Domenico Cassini (152 cm di diametro), quest’ultimo secondo in Italia per dimensioni e utilizzato per la ricerca.

Friuli: Osservatorio Astronomico di Trieste, http://www.oat.ts.astro.it/index.php/it/che dispone di una cupola di nove metri di diametro che ospita un moderno riflettore da 60cm di diametro, accompagnato da due rifrattori per l’osservazione del Sole.

Veneto: Osservatorio Astronomico di Padova, http://www.pd.astro.it/index.php/it/, è una struttura di ricerca dell’Istituto Nazionale di Astrofisica. L’ attività principale dell’istituto è la ricerca scientifica nei vari campi dell’astrofisica, inclusa la progettazione e lo sviluppo di tecnologie innovative per strumentazione astronomica d’avanguardia. L’Osservatorio di Padova favorisce inoltre la diffusione della cultura scientifica grazie a progetti di didattica e divulgazione dell’Astronomia che si rivolgono alla Scuola e alla Società.

Lazio: Osservatorio Astronomico di Roma, http://www.oa-roma.inaf.it/ e l’Osservatorio di  Monteporzio  offrono una struttura ottimale da un punto di vista organizzativo.
La sede di Monteporzio include alcune infrastrutture dedicate alla divulgazione scientifica quali l’AstroLAB (Laboratorio interattivo di Astronomia aperto al pubblico ed alle visite scolastice )  e il Monteporzio Telescope (MPT).

Sicilia: Osservatorio Astronomico di Palermo, http://www.astropa.inaf.it/ubicato nel meraviglioso Palazzo dei Normanni e la Stazione Radioastronomica VLBI di Noto, www.noto.ira.inaf.it, dove è possibile ascoltare il brusio dell’universo.

Campania: Osservatorio Astronomico di Capodimonte, www.oacn.inaf.it

Toscana: Osservatorio Astrofisico di Arcetri, www.arcetri.inaf.it, dove si studiano il sole, il sistema solare e gli ammassi stellari della nostra galassia.

Pin It