Il restauro dei libri antichi è un’ attività che nasce in tempi lontani con la necessità di tramandare e conservare i contenuti, testi e illustrazioni, considerati il patrimonio artistico contenuto nel libro stesso, di cui era necessario prendersi cura. Solo in epoca più recente bibliofili e restauratori hanno posto la loro attenzione sui libri antichi intesi non più come meri contenitori di arte, semplici supporti fisici di un messaggio scritto. I libri antichi oggi vengono considerati come prodotti preziosissimi di una cultura artigianale che è presente in più elementi: legatura, filigrana, tecniche di incisione, caratteri di stampa, fabbricazione della carta, ecc…
I libri antichi, quindi, devono essere considerati delle vere opere d’arte nella loro complessità. Chi ha la fortuna di possedere nella propria biblioteca di famiglia uno o più volumi antichi, magari caratterizzati da una legatura particolare, o un carattere ormai desueto, è bene che si dedichi al loro restauro e alla loro conservazione, seguendo i consigli diffusi dai restauratori professionisti. Ci sono alcune buone pratiche che ogni amante/possessore di libri dovrebbe seguire anche se non si considera un collezionista, che dovrebbero essere adottate con ogni libro antico per fare in modo che durino a lungo.

Cosa fare per conservare bene i libri antichi

• Sfogliarli: i libri antichi o moderni che siano sono stati prodotti per essere sfogliati, sfogliarli di tanto in tanto rappresenta per loro un’ottima “ginnastica”. I libri antichi hanno bisogno di respirare, quindi aria, luce ma non il sole diretto, ambiente asciutto ma non secco.
• Una tecnica di restauro di base dei libri antichi, consiste nel spolverarli. È bene spolverare i libri antichi con un pennello in setole naturali almeno una volta l’anno, possibilmente in primavera.
• Più i libri sono antichi e preziosi, più gli interventi di restauro fai-da-te possono essere dannosi. In caso di crepe, strappi o tagli di ogni tipo, rivolgetevi ad un restauratore esperto di libri.
• Conservare i libri in un posto pulito, accogliente, e asciutto. Luoghi troppo caldi o troppo umidi possono favorire la muffa e attrarre insetti.

Cosa non fare per conservare bene i libri antichi

• Non avvicinate i libri antichi alle riviste e ai giornali moderni: le carte acide potrebbero rovinarli!
• Per tutelare i libri antichi da possibili allagamenti, riponeteli in librerie e scaffali distanti dal terreno almeno 10 cm.
• Non utilizzate scotch e colla per restauri fai-da-te, rovinerebbero i libri antichi.
• Evitate accuratamente di piegare i bordi degli angoli come segnalibri, o di sottolineare i testi più antichi
• Evitate di estrarre i libri antichi dagli scaffali prendendoli dall’alto del dorso
• Non fumate, bevete o mangiate vicino ad un libro antico

Pin It