L’oreficeria italiana a Vicenza

Vicenza è la deliziosa città veneta, conosciuta come la capitale mondiale dell’ oreficeria italiana. Con quasi 9 mila addetti e un migliaio di imprese attive, che coprono oltre il 10% dell’ intero settore nazionale e assorbono metà dell’ oro importato in Italia, l’ oreficeria vicentina rappresenta un vero traino per l’ economia locale e regionale.
Il distretto orafo vicentino, grazie alla sua forza produttiva, è riuscito a mantenere la sua posizione di leader nella produzione italiana di oro e argento per un lungo periodo e negli ultimi anni ha registrato una crescita significativa nonostante la crisi economica internazionale.

La tradizione orafa vicentina

Se vi trovate a Vicenza, magari in visita alle ville venete, non dimenticate di fare un salto nel distretto orafo locale, situato proprio nel cuore della città, patria dell’ oreficeria italiana. Resterete incantati nell’ ammirare le creazioni pregiate realizzate con sapienza artigianale dai grandi maestri dell’oreficeria vicentina. Ancor oggi, infatti, metà delle aziende impiegate nel comparto dei preziosi a Vicenza, sono piccole aziende di artigiani, specializzati nella lavorazione di oro, argento e pietre preziose.
Non mancano però le importanti grandi aziende industriali che si avvalgono di macchinari tecnologicamente sofisticati, in grado di realizzare elevati volumi di produzione di catene, cinturini e medaglie a costi contenuti.
La tradizione orafa vicentina ha radici antichissime, si fa risalire alla fine del ‘300 un documento in cui si fa cenno ad un gruppo di artigiani specializzati nella lavorazione dell’oro e dei metalli preziosi, che lavoravano in piccole botteghe in affitto nel cuore della città.
È vicentino uno dei più grandi orafi del rinascimento italiano, Valerio Belli, amico di Raffaello e Michelangelo. Nell’800 l’ oro e l’ argento portarono Vicenza ai massimi fasti: a quell’epoca erano attivi una cinquantina di laboratori che lavoravano oltre 100 chilogrammi d’ oro e 460 d’argento, venduti in una trentina di negozi.
Vicenza e Bassano del Grappa conquistarono nel tempo la leadership nel settore dei preziosi su tutto il territorio italiano, fino al secondo dopoguerra, quando la produzione orafa vicentina divenne rinomata ben oltre i confini nazionali.

L’oreficeria vicentina, dall’Italia alle vetrine internazionali

Una buona parte della gioielleria italiana venduta all’ estero è firmata dai maestri orafi vicentini, che con le loro creazioni dal design innovativo, realizzate secondo i dettami dell’ oreficeria di lusso, esportano sulle vetrine internazionali la qualità del made in Italy e tutta l’ eccellenza italiana.
Il distretto orafo vicentino, quindi, non deve solo essere considerato come un importante centro di produzione, ma anche come il motore vivo delle esportazioni, in crescita negli ultimi anni.
Basti pensare che Vicenza copre ¼ del fatturato nazionale generato dalle esportazioni a livello nazionale nel campo della gioielleria e della lavorazione delle pietre preziose.
Possiamo considerare, quindi, come i veri punti di forza del settore orafo vicentino la tradizione artigianale, che nel corso degli anni è stata in grado di rinnovarsi proponendo gioielli moderni di ottima fattura, dal design accattivante e glamour, l’ importante capacità produttiva, favorita anche dalla recente nascita di numerose industrie specializzate nella creazione di macchinari industriali per il settore dei preziosi, l’ interesse internazionale, che ha portato le creazioni dei maestri orafi vicentini nelle vetrine più belle delle gioiellerie più rinomate di tutto il mondo, e non da ultimo l’ importanza promozionale affidata al settore fieristico.
Gran parte dello sviluppo della gioielleria a Vicenza è dovuto alla capacità del settore fieristico, che coinvolge ogni anno un numero sempre crescenti di visitatori. Qui è possibile incontrare gli acquirenti e i commercianti di gioielli e individuare le nuove tendenze del mercato orafo. Tra gli altri eventi non possiamo non ricordare Vicenzaoro 1, appuntamento fondamentale per conoscere in anticipo i trend della prossima stagione dell’oreficeria italiana, VicenzaOro 2 e Orogemma.

Pin It