La cucina molisana è una cucina di valorizzazione, tipica di una regione piccola, povera e dalla grande tradizione pastorale. In questo territorio, rimasto isolato dal turismo di massa e dalla grande industrializzazione, sopravvivono gli usi e costumi tradizionali del Molise che si riflettono anche nella tradizione gastronomica. Le ricette molisane appartengono infatti ad una cucina semplice, ma dal gusto robusto e strutturato. Ciò deriva dal fatto che i prodotti agroalimentari del Molise hanno la caratteristica di avere un’ altissima qualità e contribuire in modo significativo a dare vigore a questa cucina ancora scevra da contaminazioni e rimasta fedele ai prodotti tipici del territorio.

La cucina molisana: mari e monti sul palato

La cucina molisana, autentica e genuina, celebra sulla tavola non solo la carne, ma anche il pesce ed ecco quindi spiegata l’ampia varietà di pietanze.
Tra i primi piatti molisani un posto d’onore lo occupano la pasta fresca al ragù di agnello, i maccheroni con la mollica, piatto povero di pasta, preferibilmente lunga, condita con mollica di pane, olio, aglio e prezzemolo, i cavatelli all’uovo con carne di maiale, la zuppa di ortiche, ma anche i crioli con le noci – una pasta simile agli spaghetti alla chitarra – a base di pezzetti di baccalà e noci tritate e la zuppa di pesce – tipica delle zone costiere dove fino a poco tempo fa si pescava con i trabocchi – ma rigorosamente cotta nel coccio molisano, una pentola di terracotta. Nei freddi giorni d’inverno si consuma la zuppa di pallotte alla molisana, a base di ricotta di pecora, uova, brodo di gallina, pane abbrustolito e pecorino grattugiato e le fascadielle, un particolare tipo di polenta condito con sugo di ragù, ventresca e formaggio, ma assolutamente da celebrare restano i tagliolini di Campobasso, una pasta fresca, condita con prosciutto crudo a listarelle, soffritto nella cipolla a cui si aggiunge peperoncino e prezzemolo. Per i secondi ancora un pari merito tra carne e pesce. I piatti tipici molisani sono i larduocchi, a base di maiale e peperoni sottaceto, la checcètta è a base di testine di agnello o capretto, ricoperte di molliche di pane, aglio, olio e prezzemolo mentre la coscia di agnello si prepara ripiena di lardo, aglio, olio, sale e prezzemolo. La tradizione gastronomica del Molise è maestra nelle ricette con frattaglie. Sulla tavola non può mancare la trippa alla molisana, le magliatielle, interiora di agnellino cucinate con un soffritto in bianco e la coratella con cacio e uova.
Il pesce, sempre cucinato con semplicità, viene preferito al forno come il baccalà con le patate oppure in tegame come le triglie alla n´gorda, pietanza a base di triglie fresche ripiene di molliche di pane raffermo, mentre per i crostacei ottimi sono gli scampi ubriachi, conditi con cipolla, basilico, prezzemolo e peperone, che dona un gusto inconfondibile anche al brodetto di pesce alla termolese.

I dolci nella cucina molisana

Non c’è nessun pranzo luculliano che non si concluda con qualcosa di dolce. Ed anche qui la cucina molisana non si smentisce. Sia chiaro, non parliamo di una tradizione pasticcera elaborata e raffinata, ma i dolci della cucina molisana posso essere un buono spunto per molte altre ricette fantasiose e per gustare qualcosa di autenticamente legato al territorio ed a quella genuinità che va scomparendo sempre più. I cauciuni sono ravioli dolci a base di pasta di ceci, con cioccolato e canditi, da provare anche i caggiunitti, ripieni di castagne, cioccolata fondente e mandorle e i classici amaretti, a base di mandorle e uova. Ma non può mancare a Natale una fetta di panettone molisano, conosciuto anche a come Panocchio di Campobasso o Lupacchioli di Campobasso, un dolce a base di mais, arricchito di tante gocce di cioccolato fondente.

Fonti:http://mangiarebuono.it/cavatelli-la-pasta-di-federico-ii/

http:http://www.visitterredeitrabocchi.it/le-pallotte-cace-e-ove-anatomia-e-ricetta-di-una-polpetta/

Pin It