Vacanza con il cane? Ottima scelta, anche perché oggi in Italia sono moltissime le strutture turistiche dog-friendly e le spiagge per cani che consentono di godere la vacanza assieme ai nostri amati amici a quattro zampe, senza affidarli a parenti o pensioni per animali. Importante però una volta individuata la destinazione, è ricordarsi di mettere in valigia tutto l’occorrente necessario per garantire al vostro peloso la tranquillità e le cure che avrebbe in casa propria.

Vacanza con il cane: l’indispensabile

Una vacanza con il cane necessita in primis di un trasportino o una borsa da viaggio. Non è prudente far viaggiare il cane in macchina senza di quello, in caso di incidente potrebbe essere sbalzato fuori o scappare in preda alla paura. Se vi muovete con il treno o in traghetto basterà guinzaglio e museruola, ma meglio averne due di scorta. E’ buona regola avere sempre con se passaporto europeo e libretto sanitario, ma il consiglio diviene legge se si viaggia all’estero.
Le vaccinazioni dovranno essere tassativamente in regola, come anche il trattamento anti Filaria, zecche e pulci e la profilassi contro la Leishmania (soprattutto in Puglia),  ma attenzione anche alla rabbia, che sebbene quasi scomparsa in tutta Europa mantiene ancora dei focolai attivi soprattutto li dove sono presenti specie selvatiche, in particolare volpi rosse.
Se andate in un posto caldo ricordate di portare con voi accappatoio, shampoo, balsamo, spazzole, salviette igienizzanti,  tappetini refrigeranti, borracce da viaggio e dei sali minerali. Il cane in spiaggia, malgrado all’ombra e con acqua a disposizione ha bisogno di reintegrare come e quanto noi umani.
E’ un’ottima abitudine quando si programma una vacanza con il cane in paesi esteri di acquistare anche un collare luminoso (da utilizzare per la sera e non al mare) e di aggiungere una medaglietta con i vostro numero comprensivo del prefisso italiano.
Se la Spagna è la vostra meta sarà bene sapere che per la legge spagnola i cani accalappiati hanno un destino segnato e dopo 10 giorni vengono barbaramente uccisi, mentre in Grecia non esistono canili comunali di raccolta.
Nella terra degli dei un cane che si perde è un cane morto e se avete scelto come meta una delle tante sperdute isole dell’Egeo è molto probabile che trovare un veterinario potrebbe rivelarsi impresa ardua (fidatevi, ho origini greche), come ed ancor di più una farmacia con prodotti veterinari. In valigia sarà quindi opportuno mettere una serie di farmaci che potrebbero tornarvi utili in caso di necessità: un disinfettante, delle garze, delle pinze, un antibiotico a largo spettro, un antinfiammatorio e dei fermenti lattici. Se viaggiate in traghetto munitevi di lucchetto e una ciotolina da viaggio. Molte linee di navigazione interne greche, soprattutto aliscafi, consentono ai cani di viaggiare solo nei kennel esterni.

Vacanza con il cane: ricreare l’ambiente domestico

Sebbene una vacanza con il cane sia un momento di vera felicità per Fido e la sua famiglia, ci sono molti animali che vivono gli spostamenti con notevole stress. Il cambio di ambiente, di clima e il viaggio possono affaticarli e renderli inquieti. E’ per questo che è importante mettere in valigia anche la loro cuccia e i giochi preferiti, ricreando in albergo o casa vacanza un ambiente rassicurante e famigliare. Bisognerebbe anche mantenere inalterati gli orari della pappa ed il tipo di mangime, così da un incappare in disturbi intestinali del cane che in estate possono essere più frequenti. I fiori di Bach, nello specifico il Walnut sono un valido aiuto per le problematiche legate ai cambiamenti di ambiente o di abitudini.

Pin It