La vera pizza margherita, la pizza napoletana per eccellenza, si prepara con pomodoro, mozzarella, basilico, sale e un filo d’ olio. Nulla di nuovo, direte voi. E invece no! Da quando la pizza margherita è nata, più di 100 anni fa, di varianti sulla ricetta originale della classica pizza napoletana ne sono state create in quantità industriale.
Ma sulla ricetta originale non si transige. Ad esempio c’ è chi sostiene che per preparare la pizza margherita debba essere usata la mozzarella di bufala. Assolutamente no, la mozzarella deve essere di latte vaccino. C’è chi sostiene che il basilico possa essere sostituito dall’origano, forse, ma non sarebbe certo la vera pizza margherita.
A scanso di equivoci l’ Unione Europea, per preservare la ricetta originale, nel 2010 ha “eletto” questo alimento “Specialità tradizionale” garantita dall’Unione Europea. A questo punto credete di conoscere tutto sulla pizza margherita? Siete tra quelli che non passano da Napoli senza averne mangiato almeno una fetta? Allora vi divertirà conoscere 5 curiosità sulla pizza margherita che in pochi conoscono.

5 curiosità sulla vera pizza margherita

  1. Ad essere tutelato dall’ Unione Europea non è solo il condimento della pizza margherita ma anche l’impasto. Per parlare di vera pizza margherita, quindi, è essenziale che la sua pasta sia fatta solo con acqua, farina, sale, olio e lievito.
  2. Anche il modo in cui viene lavorata determina l’originalità della sua ricetta: secondo la scuola napoletana, l’impasto della pizza dovrebbe essere lavorato su un piano di marmo spolverato di farina. Il piano di lavoro contribuirebbe a mantenere la sofficità dell’impasto.
  3. La “margherita” è lo street food più consumato al mondo negli ultimi 10 anni. Tuttavia gli americani, grandi consumatori di questo alimento, preferirebbero alla margherita la pizza con i pepperoni, ovvero una margherita arricchita da salame.
  4. La pizza margherita è il piatto vegetariano per eccellenza, o meglio tra i più consumati a cena fuori dai vegetariani italiani. Sembra infatti che chi non mangia carne animale di fronte ai menù italiani, dove difficilmente si trovano piatti carne-free, facciano cadere la loro scelta su un’ottima, gustosa e sfiziosa pizza margherita.
  5. Una leggenda popolare attribuisce la paternità della vera pizza margherita al cuoco Raffaele Esposito della pizzeria Brandi, che per onorare la visita della Regina Margherita, creò la pizza Margherita, dove i condimenti, pomodoro, mozzarella e basilico, rappresentavano la bandiera italiana. Si tratterebbe però di un falso storico. Sembra infatti che la pizza margherita venisse servita a Napoli ben prima del 1889 e che il suo nome derivi proprio dall’ omonimo fiore.
Pin It