L’ artigianato in Toscana è un settore vivace e florido, frutto di una tradizione antichissima, e racconta in ogni manufatto, nei gesti attenti dei suoi artigiani, un piccolo pezzo di storia di questo straordinario territorio. L’artigianato in Toscana è sempre stato un settore trainante per l’economia della regione, fulcro di attrazione turistica e da sempre fiero e pregiato rappresentante del made in Italy nelle vetrine internazionali. La ceramica di Montelupo, l’alabastro di Volterra, le terrecotte di Siena, l’oreficeria e la pelletteria fiorentina, sono note in tutto il mondo per la loro eccellenza e la loro storia e rappresentano al meglio la creatività del Bel Paese.

La straordinaria varietà dell’artigianato in Toscana

La Toscana vanta una lunga e prestigiosa storia dell’artigianato artistico. Parliamo di una delle regioni italiane che da sempre ha prodotto ed esportato tessuti, pellame, gioielli, opere d’arte, in tutte le maggiori corti d’Europa. A sigillo di questa tradizione, oggi la Toscana ospita inoltre numerose mostre e fiere dedicate a questo settore, tra cui: la Fiera Internazionale dell’Artigianato a Firenze in primavera, a Figline Valdarno “ArtigianInPiazza” a Maggio, e la Fiera dell’Artigianato di Arezzo, ogni prima domenica del mese, e molte altre ancora.
Ogni provincia toscana racchiude tesori artigianali di inestimabile valore, frutto di abilità applicate ai materiali propri del territorio: dal ferro battuto al bronzo, l’oro e l’argento lavorato, dalla ceramica alla soffiatura e cesellatura del vetro e del cristallo, dalla lavorazioni della lana, della seta e dei merletti a quella della pietra e delle pietre, del legno, della carta e della pelle. Tante sono le curiosità legate ad alcune produzioni dell’artigianato in Toscana, alle quali sono dedicate ogni mese eventi e imperdibili mostre: scopriamo allora alcuni di questi tesori.

Ceramica, alabastro e terracotta: il cuore dell’artigianato in Toscana

La produzione di ceramiche artistiche in Toscana ha origini antichissime, tanto che viene fatta risalire al Medio Evo. Montelupo, in provincia di Firenze, è il centro specializzato nella realizzazione di ceramiche smaltate, amatissime in tutto il mondo. Oltre a Montelupo, importanti centri per l’artigianato della ceramica sono anche il borgo di Bacchereto, di Asciano e Pontedera.
Volterra è invece il centro principe per la lavorazione dell’alabastro. Visitare Volterra significa immergersi in una cittadina magica in cui sembra il tempo si sia fermato, meta ogni anno di migliaia di turisti.
Un altro prodotto tipico dell’artigianato in Toscana è la terracotta, soprattutto in Val d’Elsa, regione ricca di argille. Centri importanti sono Pienza, Poggibonsi, Impruneta e in generale tutto il Chianti senese, dove gli artigiani lavorano da secoli, secondo l’antica tradizione e con la passione di sempre.

I merletti, la pelle e i gioielli: quando l’artigianato in Toscana incontra la Moda

L’Alta moda internazionale, così come un tempo facevano i nobili europei, trova ispirazione nelle grandi capacità manuali della gente di questa bella regione, soprattutto nei centri di maggiore produzione di pellame, tessuti e gioielli. Se le scarpe fatte a mano dagli artigiani fiorentini fanno battere il cuore agli appassionati di moda italiani, non tutti sanno che le calzature toscane vengono esportate e richieste in tutto il mondo, dal Giappone agli Usa. Questo la dice lunga sull’aspetto dell’ artigianato in Toscana.
Tra le tante lavorazioni meritano un cenno quella del merletto, la produzione e il ricamo di tessuti di alta qualità, la lavorazione e produzione di abiti e accessori in pelle e cuoio, e l’arte orafa, molto diffusa in tutta la provincia di Arezzo, con la creazione di gioielli fatti interamente a mano.

Pin It