Dalle Dolomiti del Brenta alla Val Gardena, passando per la Via Lattea, l’ Italia accoglie tra i suoi splendidi monti innevati alcune delle piste da sci più amate e suggestive d’ Europa. Del resto le mete del turismo invernale in Italia non temono il confronto con quelle degli altri paesi europei vicini. Sarà per l’ ottima cucina in grado di conquistare i turisti dai palati più esigenti, sarà per il calore e l’ accoglienza nostrana, che riesce a travolgere più di una valanga, o magari per l’ altissima qualità offerta dalle strutture ricettive nelle principali stazioni sciistiche, o ancora per gli eventi legati al territorio, alla cultura, e alla tradizione che rendono l’ Italia un luogo magico dove trascorrere le vacanze invernali.
Ma c’è di più! Le migliori località turistiche invernali d’ Italia offrono in più impianti di risalita di ultima generazione, affiancati da un set di servizi irrinunciabili per tutti gli appassionati di sport invernali, che rendono le nostre piste da sci accoglienti, sicure e decisamente coinvolgenti! Ecco perché il comparto del turismo invernale in montagna nel nostro Paese rappresenta l’ 11,3 % del sistema turistico complessivo. Se siete ancora indecisi sulla scelta della vostra meta per la prossima settimana bianca, questa guida può decisamente fare al caso vostro. Abbiamo raccolto per voi alcune delle piste da sci più belle d’ Italia, di cui vi parleremo in ordine rigorosamente casuale, sarete voi a decidere quali inserire sul podio.

Tulot – Pista Dolomitica Di Pinzolo

2543 metri di lunghezza con un dislivello di 881 m, una pendenza massima del 64% e una inclinazione media del 35%, e questo spiega bene perché Tulot è una delle piste nere più amate dell’ intero arco alpino. È una pista “riservata” solo agli sciatori più esperti a causa delle sue “stimolanti” difficoltà tecniche: una serie di muri inattesi, vari cambi di direzione impegnano lo sciatore fino a valle.

Gran Risa – Alta Badia.

La Gran Risa è una bellissima pista per sciatori esperti in Alta Badia, sopra La Villa. È la sede delle gare della Coppa del mondo maschile di slalom gigante, che tutti gli italiani ricordano perché si tratta della storica pista dove il grande campione di sci alpino Alberto Tomba ha gareggiato più volte. Il percorso, lungo oltre un chilometro con un dislivello di ben 448 metri, attraversa un bellissimo bosco di conifere.

Olimpia delle Tofane – Cortina

La suggestiva pista di Cortina d’ Ampezzo, sede dal 1993 delle gare di Coppa del mondo di sci femminile, si trova sul versante Nord-Ovest della conca d’ Ampezzo, ai piedi del monte Tofane. La pista alterna rettilinei a grandi curve, canaloni a muri impegnativi e finisce nel bosco con muretti sempre più ripidi che si affrontano a velocità piuttosto elevate.

Marcialonga – Fiamme e Fassa

Una delle piste più amate dagli appassionati di sci di fondo. Parliamo di un tracciato che ogni anno è frequentato da professionisti e sciatori meno esperti, sede di numerose gare internazionali, la cui spettacolarità è garantita dallo splendido panorama che lo circonda. Un must percorribile anche con le ciaspole e le racchette da neve.

Paradiso – Tonale

La Paradiso è una pista emozionante e veloce collocata sul lato destro della montagna salendo dal versante lombardo del Passo del Tonale, sotto l’ omonima telecabina. È una pista molto tecnica, con molti tratti ghiacciati, con un dislivello di 734 metri, caratterizzata da continue serpentine e da muri che arrivano fino al Tonale, dove si giunge in piena velocità.

Ventina – Cervinia

Ventina è la pista più famosa e spettacolare del comprensorio Breuil-Cervinia Valtournench. Si tratta di una pista rossa, accessibile anche agli sciatori meno esperti, in quanto larga e panoramica, ideale sia per lo sciatore amante delle serpentine, sia per chi possiede vocazioni da gigantista.

Saslong – Val Gardena

Una delle piste italiane più conosciute nel mondo, è infatti la sede della Coppa del Mondo di discesa libera. Una pista decisamente adrenalinica e da urlo, caratterizzata da una serie di muri emozionanti che permettono allo sciatore di prendere velocità.

Kandahar Banchetta Giovanni Nasi – Sestriere

La pista Kandahar Banchetta Giovanni Nasi è il famoso tracciato della Via Lattea, uno dei caroselli sciistici più grandi al mondo che riunisce i comprensori di Sestriere, San Sicario, Sauze d’ Oulx e Montgenègre in Francia. Si caratterizza per le curve mozzafiato e la sinuosità del tracciato, ideale per sciatori esperti, che resteranno incantati di fronte ad uno dei paesaggi alpini più suggestivi.

Swatch Mottolino Snowpark – Livigno

Si trova in Valtellina la pista amata in particolar modo dagli spericolati snowboarder. Lo snowpark, riservato sia agli snowboarder che agli skier, suddiviso in 5 linee – dalla XS pensata per i livelli inferiori alla XL – è tra i migliori palcoscenici d’ Italia per esibizioni internazionali e terreno d’ allenamento per i più forti freeskier.

Trametsch – Bressanone

La pista più lunga dell’ Alto Adige ha una pendenza del 65%, misura 9 chilometri ed è classificata come pista nera più per la durata che per le caratteristiche tecniche, comunque impegnative. Dalla pista si gode di uno splendido panorama sulle valli circostante.

Pin It