Lo sci di fondo, per lungo tempo considerato l’ alternativa soft al più “dinamico” sci da discesa, nell’ultimo decennio ha conquistato il cuore degli sciatori italiani, grazie anche ai successi e alla popolarità raggiunta dai nostri atleti nelle recenti Olimpiadi. Chiamato anche sci nordico, lo sci di fondo è uno degli sport invernali dalle origini più antiche, nato dall’ esigenza dei popoli nordici e asiatici di muoversi in un ambiente coperto dalla neve per molti mesi all’anno.
Rilassante, “panoramico”, decisamente divertente, lo sci di fondo viene praticato oggi da tantissime persone di tutte l’età, anche per i preziosi benefici che la sua pratica può apportare a corpo e mente. Inoltre si tratta di uno sport nettamente più accessibile al grande pubblico per i costi inferiori sia per quanto riguarda l’ attrezzatura, sia per quanto riguarda la spesa degli impianti. Dalle Alpi alla Dolomiti, passando per le località sciistiche del Centro-Nord, in Italia sono attualmente attive quasi 250 piste per lo sci di fondo, molte delle quali di nuovissima generazione.

Lo sci di fondo, divertimento per tutti!

Se le piste innevate e la montagna vi hanno sempre affascinato, ma non avete mai osato indossare gli sci perché “lo slalom” non è proprio nelle vostre corde, lasciarsi coinvolgere dallo sci di fondo potrebbe essere un approccio alternativo che vi permetterà di trascorrere piacevoli momenti in allegria e di praticare uno sport ecologico, considerato un vero toccasana per la salute.
Non a caso le piste per gli sciatori di fondo sono frequentate da adulti, bambini, e perfino dai nonni, a patto che siano in buona salute. Dai 4 agli 80 anni, lo sci di fondo fa bene a tutti, essendo infatti un’ attività fisica a basso ritmo e velocità, difficilmente si rischiano infortuni apprezzabili e le cadute possono essere scongiurate prendendo i dovuti accorgimenti e con la giusta preparazione fisica. Il vantaggio dello sci di fondo, rispetto ad altri sport come la corsa, inoltre, è il fatto di essere meno traumatico per i muscoli e le articolazioni e questo è un vantaggio per chi è in sovrappeso e per chi ha un’ età importante.
È bene sottolineare, però, che trattandosi di uno sport aerobico, è fondamentale prima di lanciarsi in pista, prepararsi con un allenamento preventivo, senza sci e bastoncini, di almeno un paio di settimane, fare jogging, andare in bicicletta o nuotare al fine di attivare gradualmente la muscolatura di gambe e braccia.

Tutti i benefici dello sci di fondo

Ma quali sono i benefici concreti dello sci di fondo sulla nostra salute? Tantissimi e riguardano l’apparato circolatorio, respiratorio e i muscoli. Grazie al movimento continuo e ritmato lo sci di fondo aiuta a migliorare il tono muscolare di gambe e braccia, migliora l’ efficienza cardiaca, stimolando la capacità del cuore di pompare sangue nei vasi e in circolo, e a livello respiratorio potenzia la capacità ventilatoria in modo continuativo e rappresenta una “ginnastica” benefica per i polmoni. Le signore, inoltre, saranno liete di sapere che praticare lo sci di fondo implica notevoli benefici a livello estetico: si tratta di un vero alleato per combattere cellulite, vene varicose e i chili di troppo!
Lo sci di fondo, inoltro, sembra avere gli effetti di un vero e proprio antidepressivo naturale. Muoversi nel freddo, nel bel mezzo della natura innevata, fa bene al nostro cervello. Questo fattore viene raramente preso in considerazione, ma è fondamentale. Lo sci di fondo in un prato bianco o nel bosco libera la nostra mente dallo stress quotidiano e ci aiuta a trovare la soluzione ai nostri problemi.

Pin It