L’ Umbria e’ un piccolo gioiello dalla natura incontaminata che ha saputo ispirare nel corso dei secoli arte e cultura alle genti che l’ hanno abitata, lasciandoci testimonianze di rara bellezza.
Terra di profonda spiritualità e dai mille volti, i molti luoghi impervi del suo territorio nascondono paesaggi, borghi, chiese, conventi e eremi dove si percepisce il profondo legame di questa regione al trascendente e che incorniciano le insuperabili testimonianze artistiche di questa meravigliosa regione italiana. Le vacanze in Umbria sono per questo motivo sempre più gettonate ed i turisti che scelgono questa metà lo fanno anche per la diversificata offerta di strutture ricettive e per la rinomata tradizione della cucina umbra.

L’ Umbria: le città’ da visitare

Inevitabile non fare cenno a quelli che sono i luoghi più famosi dell’Umbria, città e borghi dalla lunga storia che affondano le loro radici nella dominazione etrusca e romana e che in questa zona hanno lasciato importanti testimonianze.
Perugia, raccolta intorno a P.zza IV Novembre con la sua meravigliosa Fontana Maggiore e la Cattedrale di San Lorenzo, e’ un piccolo capolavoro di architettura. Da vedere la Galleria Nazionale dell’ Umbria con i capolavori di Duccio di Buoninsegna, Piero della Francesca, Beato Angelico, Pinturicchio e Perugino. Poco distante il Pozzo Etrusco, grande opera idraulica del III secolo a.C.. A Foligno d’obbligo una visita al Duomo, al Palazzo Comunale e Palazzo Trinci.
Narni, su una collina, mantiene il fascino indelebile della città medievale con scorci incantevoli. Il Palazzo del Podestà, il Duomo di San Giovenale, il Palazzo dei Priori, il Ponte di Augusto sono il tesoro artistico della bella cittadina umbra, ma da non perdere e’ anche il percorso della Narni sotterranea, per immergersi nell’ emozione di vivere la storia attraverso itinerari inusuali.
Posizionata su Colle Sant Elia, Spoleto e’ un documento artistico. Abitata fin dalla preistoria divenne colonia romana nel 241 a.C. e, sotto i Longobardi, la città fu capitale dell’omonimo ducato tanto che le testimonianze della sua storia, ricca e diversificata, si traducono quasi in un percorso museale a cielo aperto. La maestosa Rocca Albornoziana domina il paesaggio spoletino. Da questa attraversando il meraviglioso Ponte delle Torri, acquedotto di epoca romana – longobarda lungo 230 metri e alto 82, si raggiunge Monteluco, con il suo Fortilizio dei Mulini e dal quale hanno inizio numerosi sentieri naturalistici immersi in boschi di lecci.
Il Duomo dedicato a Santa Maria Assunta e’ tra i monumenti più suggestivi, esempio di sintesi dell’architettura romanica, ed ospita affreschi del Pinturicchio. Una segnalazione va alla Chiesa di San Salvatore, la più antica di Spoleto, di origine paleocristiana che insieme al Tempietto del Clitunno fa parte del sito seriale “Longobardi in Italia: i luoghi del potere” ed inscritta nella Lista dei patrimoni dell’umanità dell’Unesco.

L’ Umbria: i borghi e la preghiera

Famosi in tutto il mondo, nei piccoli borghi dell’Umbria si respira ancora il fascino del passato, luoghi dove il tempo si è fermato e le ore scorrono via lente in un atmosfera di quiete. Spello, Corciano, Bevagna, Norcia, Gubbio, Deruda, famosa per la ceramica, Assisi, Amelia sono luoghi da cartolina. Quello che colpisce in questi paesi e’ la visione d’ insieme che rapisce il cuore. Tutto e’ perfetto, curato per appagare l’occhio anche del turista più esigente. Immersi spesso in una natura circostante fatta di boschi, fiumi e ruscelli la sensazione dominante alla vista e’ la pace. Forse è per questa sua natura quasi religiosa che l’ Umbria e’ stata terra di santi e misticismo. San Benedetto, San Francesco, Santa Chiara ebbero i natali qui. Eremi, abbazie, monasteri formano pertanto un percorso a parte ed al di là del valore artistico e storico sono incastonati in luoghi di straordinaria bellezza paesaggistica. L’ Eremo di Monte Cucco, di Santa Maria della Stella, di Monte Corona, l’ abbazia di San Pietro in Valle, di San Nicolò sono solo alcuni dei luoghi sacri da non perdere visitando l’ Umbria, una regione dai mille aspetti ma con un anima che guarda verso il cielo.

Pin It