Merano è un piccolo gioiello del Trentino Alto Adige. Una città dall’eleganza sobria,  curatissima, dove si respira il fascino della cultura austriaca e di questa si apprezza soprattutto l’ordine e la qualità dei servizi al cittadino.
Circondata dalle montagne ha un  clima sorprendentemente mite.  Il suo centro storico, con l’antico rione di Steinach risalente al 12° secolo,  i portici medievali, i negozi artigianali, le cantine, i bistro e i suoi gioielli artistici sono il cuore vivo e vitale di questa che è la più bella città altoatesina. Incastonata in una natura meravigliosa, godibile sia in estate che in inverno,  i dintorni di Merano offrono inoltre quanto di meglio si desideri  per un week- end lontano dal caos e dalla confusione, un luogo dove potersi rigenerare tra i colori, i sapori e i profumi del Sud Tirolo. Ma la città nasconde  anche un altro prezioso tesoro. Sono le Terme di Merano, particolarmente apprezzate nelle fredde giornate d’inverno, quando il paesaggio circostante si addormenta sotto il manto bianco della neve.

Merano: la meta giusta per rigenerarsi

La zona di Merano era gia conosciuta in età romana con il nome “Castrum Maiense”. La sua fama però è più recente. Divenne una rinomata località termale ai tempi dell’imperatrice Sissi, che lungo le rive del Passirio, il torrente che attraversa la città,  trascorreva lunghi periodi di villeggiatura.
Merano però è anche arte e storia. Il centro storico con i suoi 400 mt di portici, dove si concentrano molte delle attività commerciali , è un piccolo museo a cielo aperto.  Le belle case trecentesche, Via delle Corse con i suoi edifici medievali, Piazza della Rena, il ponte della Posta e il ponte Romano, costruito nel 1616 al posto di un ponte di legno, sono infatti assolutamente da non perdere.
Come anche il Duomo di San Nicolò, tutto in stile gotico ed il Castello Principesco , che testimonia l’ autorità che i conti del Tirolo ebbero in passato su queste terre.
Ma c’è anche dell’altro. E’ la Merano Liberty ed il Teatro Puccini e il Kurhaus, un maestoso e raffinatissimo edificio, che già nel 1897 disponeva già di luce elettrica, ne sono i simboli straordinari.
Merano però è una città che si scopre camminando e che offre dei percorsi straordinariamente rilassanti e molto belli. Le passeggiate di Merano esistono ormi da 150 anni e non hanno perso niente del loro fascino. La Passeggiata Lungopassirio, con le sue meravigliose terrazze di vetro sul torrente, è uno dei luoghi più frequentati della città e si trova lungo la riva destra dell’omonimo torrente, tra il Ponte della Posta ed il Ponte di Ferro. Questo itinerario prosegue immettendosi nella Passeggiata d’Inverno, soleggiata e protetta dal vento, perfetta anche nei freddi mesi invernali.
Lungo il percorso si incontra la “Wendelhalle” un’altra meravigliosa costruzione in stile Liberty, realizzata nel 1800 e concepita per ospitare concerti e manifestazioni culturali.
Ma Merano non si puo apprezzare appieno rinunciando al senso del gusto. Se siete alla ricerca di prodotti tipici altoatesini assolutamente da non perdere è il mercato gourmet “Pur Alto Adige“, che vanta numerosissimi specialità del territorio – tutte di grande qualità – provenienti da contadini e piccole aziende locali.
La cucina altoatesina è infatti luogo di incontro di due mondi, quello mediterraneo e quello alpino, e ovunque voi andrete, dalle trattorie del centro agli agriturismi, dai rifugi alpini ai migliori ristoranti stellati dell’Alto Adige, resterete sempre appagati e soddisfatti.

Merano: terme, giardini e cavalli

Merano è soprattutto la città delle acque termali, impiegate per le malattie croniche delle vie respiratorie e malattie reumatiche. Le sue terme  meravigliose sono state relizzate all’interno di un luminoso cubo di vetro, che permette di godere dell’incantevole panorama esterno.
Ci sono 25 piscine, numerosi idromassaggi, svariate saune, un centro Spa & Vital, una Medical Spa e un Fitness Center
.
Merano è stata anche definita la città più fiorita d’Europa ed è vero. Un tripudio di colori, profumi, fiori e piante, giardini e aiuole che accompagno sempre il girovagare del turista, soprattutto in primavera ed estate.
Da non perdere sono i “Giardini di Castel Trauttmansdorff“, dove fioriscono le piante di tutto il mondo e dove soggiornò numerose volte l’imperatrice Sissi. Se poi voleste tentare la fortuna, l’Ippodromo di Merano vi aspetta. E’ considerato uno dei più belli e grandi d’Europa e qui in omaggio della tradizione si corrono anche le corse di cavalli Haflinger, una razza equina tipica di questi luoghi. Ma non dimenticate i mercatini di Natale,… anche l’inverno è la stagione più bella a Merano.

http://www.saltauserhof.com/it/merano-dintorni/merano-la-citta-termale

Pin It