Otranto è uno di quei posti dove la luce bianca sembra rigenerare ogni cosa ed il blu del mare incanta. Proprio qui a Punta Palascia o Capo d’Otranto, il Mar Adriatico diventa Ionio e l’occhio si perde sulla costa albanese. Da questa estremità il panorama è mozzafiato e il grande faro che sovrasta tra le rocce sembra dominare verso un mare senza fine.
La posizione geografica di Otranto, infatti, ne ha costantemente condizionato gli eventi storici ed economici. Dedita da sempre ai commerci con il vicino Oriente, il suo porto è sempre stato approdo di merci e di genti e qui si combattè una delle pagine più cruente dello scontro tra civiltà cristiana e Islam, rimasto indelebilmente nella memoria della città.

Otranto: glamour tra sole e mare

Otranto, perla del Salento, sembra una fortezza costruita sul mare. Il borgo avvolto dalle mura angioine, che un tempo contava cento torri, nasconde molti tesori artistici ed è un dedalo di viuzze, un sali e scendi di scorci suggestivi che affacciano verso le terre di Albania, un crogiuolo di storia e botteghe artistiche dove tutto racconta della cultura salentina.
Meta ambita di chi predilige mare cristallino, i profumi e i colori della vegetazione mediterranea oggi è una località turistica internazionale. Per le sue stradine si incontrano politici, personaggi dello spettacolo e famosi sportivi. Qui Flavio Briatore ha in programma di aprire per l’estate 2017 il suo nuovo Twiga Beach Club salentino.  Una vacanza ad Otranto si consuma con lentezza, oziando  sulla battigia delle sue spiagge più belle. Baia dei Turchi, dove nel 1480 sbarcò il feroce esercito ottomano è un angolo di paradiso che ricorda il mare caraibico dalle mille sfumature d’azzurro. E’ un’insenatura dalla sabbia bianchissima e una folta pineta alle spalle dalla quale si snodano mille sentieri. La spiaggia dell’oasi naturale protetta dei Laghi Alimini, è un’ampia fascia sabbiosa con alte dune e un mare cristallino, dove l’accesso alla spiaggia è in parte libero in parte riservato agli stabilimenti.
Andando verso sud c’è la spiaggia dell’Orte un susseguirsi di arenili, rocce e calette dove il colore del mare è straordinario e va dal blu cobalto al turchese al celeste. Per chi non desidera spostarsi tanto dal centro di Otranto c’è un luogo meraviglioso e un po’ nascosto a cui si accede attraverso uno sterrato.  Si chiama “La Dolce Riva” ed è uno degli stabilimenti più belli ed esclusivi della zona che non deludere per la bellezza del contesto.

Otranto: vita notturna e tanto shopping

Se durante il giorno Otranto sembra quasi addormentata, al calar della sera si rianima di luci, profumi, colori e tanto movimento. Ed è il cuore dell’antico borgo che offre il meglio. Ristoranti, enoteche, luonge bar incastonati negli stretti vicoli o aperti sui camminamenti delle antiche mura, dalle quali si vedono le luci della costa albanese.
Qui al tramonto è meraviglioso, una moltitudine di suggestioni che prendono il cuore e lo chiamano verso Oriente. La notte è lunga a Otranto ed in attesa di goderla nei tanti locali dove si balla fino all’alba, ci si può intrattenere nei tantissimi negozi che vendono artigianato tipico pugliese. E’ un trionfo di merci colorate e un grande emporio all’aperto: ceramiche, oggettistica in pietra di Lecce, pezzi di falegnameria in legno d’olivo, calzature artigianali come i famosi sandali salentini, bijoux con pietre dure, abiti ricamati a mano e molto altro ancora… un ultimo consiglio: prendetevi una sera per cenare alla Tenuta Sant’Emiliano poco fuori Otranto, li c’è tutto il fascino del Salento.

Fonti:  http://www.hotelkoine.it/it/vacanze-otranto/otranto-dintorni

http://www.holidaytravels.it/?p=30

 

Pin It