Sandali, sandali, sandali… Negli ultimi anni sono diventati una calzatura perfetta per ogni stagione, ma da sempre i sandali sono sinonimo di belle giornate, voglia di libertà e piedi da scoprire. Sapevate che il sandalo è una delle più antiche calzature del mondo? In Egitto erano i Faraoni e il loro enturage a indossare i sandali più preziosi e resistenti. Ma nel corso dei secoli il sandalo ne ha fatta di strada, fino a diventare la scarpa per eccellenza, perfetta per ogni occasione.
Pensateci bene, fino a qualche anno fa i sandali erano banditi da eventi e cerimonie eleganti, adesso, i sandali gioiello più belli sfilano sulle passerelle come accessorio immancabile per completare un look ultra-glamour. Molto d’ effetto e di recente scoperta l’ abbinamento jeans- sandalo rigorosamente con tacco alto o altissimo. Insomma, se ancora il sandalo è decisamente bandito in ambito business e lavorativo (anche se qualche signora inizia ad osare soprattutto con i tailleur pantaloni), i sandali sono stati sdoganati in numerose nuove occasione d’ uso.
Attenzione però, esistono sandali e sandali. Quelli da usare solo in spiaggia, quelli perfetti per una sessione di shopping con le amiche, quelli più alla moda, con tacchi importanti, che abbiamo visto indossare alle protagoniste di Sex and City, e i raffinatissimi sandali di pelle italiana, una delizia per chi li indossa e per chi li ammira. Centinaia di modelli, tacchi vertiginosi o rasoterra, con strass o scamosciati, da sport o da gran soirè, centinaia di colori e migliaia di possibili usi. L’ importante è creare un abbinamento che valorizzi il nostro outfit, ci faccia sentire comode, e sia adatto all’ occasione.

Come scegliere il sandalo giusto

I sandali per la spiaggia. In vacanza, soprattutto, se al mare il nostro obbiettivo è rilassarci. Per questo quando scegliamo i sandali per la spiaggia dobbiamo sicuramente pensare alla comodità. Banditi i tacchi alti quindi, i nostri sandali da mare dovranno essere resistenti e facili da sfilare.
I sandali per il pomeriggio. Giro in centro con le amiche? Caffè frettoloso con il tuo lui? O un semplice pomeriggio di relax… Sarete voi a scegliere il tacco giusto per il vostro sandalo, a patto che non esageriate, è fondamentale restare ben salde a terra. Cosa evitare? Sicuramente le infradito-ciabatta, che dovrebbero essere vietate per legge in città, e i sandali con il plantare in sughero, brutti da vedere, hanno un po’ stufato. Di deliziosi sandali con il tacco medio o basso ne troverete a bizzeffe, anche low cost.
I sandali per le occasioni formali o per l’ufficio
Lasciate le flip-flop a casa, per essere professionali e impeccabili con un paio di sandali dal tacco basso. Evitare zeppe e plateau. Allo stesso modo, evitare tacchi a spillo. Scarpe ricoperte di strass e glitter, non sono adatte per queste occasioni formali. Optare invece per un sandalo di pelle o scamosciato per un tailleur pantalone o un tailleur estivo. Meglio se si tratta di una scarpa italiana, magari fatta a mano!
I sandali per mini-dress
Parola d’ordine osare. I tacchi si fanno altissimi, i plateau non faranno scalpore, ben vengano strass, glitter e colori vivaci. L’importante è riuscire ad abbinare il colore del sandalo a quello del vostro abitino, senza risultare volgari o eccessive. Se il vestito è molto corto e il sandalo molto alto una calza pesante attenuerà l’effetto vamp.
I sandali sono diventati la scarpa perfetta per ogni occasione. Per un look impeccabile, però, è fondamentale scegliere il sandalo che indosseremo.

Pin It